logo

L'allevamento della vacca rossa reggiana per la produzione di Parmigiano Reggiano Biologico Biogold

Puoi scaricare la descrizione e l'albero genealogico delle vacche Biogold in PDF!

Animali di razze rustiche e autoctone che garantiscono:
  • maggiore resistenza alle malattie
  • caratteristiche ideali per la lavorazione del Parmigiano Reggiano (più caseina e meno grasso)
  • longevità
  • adattabilità al pascolo e ad alimenti grossolani , meno mangime
  • lunga stagionatura del prodotto
Ambienti:
  • stabulazione libera e pascolo durante l'asciutta
  • stabulazione fissa e pascolo durante la lattazione
  • box parto individuale
Alimentazione:
  • allattamento naturale delle vitelle con la balia
  • svezzamento a 4 mesi
  • foraggi aziendali di prato stabile e medica in fieno ed erba
  • mangime (farine di cereali e leguminose) biologico al 100% che costituisce meno del 35% della razione alimentare
Riproduzione:
  • fecondazione esclusivamente naturale con toro reggiano
Cure sanitarie:
  • omeopatia
  • fitoterapia
  • medicina naturale
  • uso, in casi estremi, sotto prescrizione medica e con segnalazione in appositi registri, di medicinali allopatici (antibiotici, ecc) non più di due volte nella carriera dello stesso animale
Metodo biodinamico:
  • unitarietà dell'azienda (animali e vegetali)
  • utilizzo di preparati biodinamici (E500-E501)
  • mantenimento delle corna anche nei bovini adulti
Curiosità: le piante spontanee che si possono incontrare passeggiando per i nostri campi...

Galium verum

Galium Verum

Secondo una leggenda medievale, la Madonna giacque a Betlemme su un letto di Galium, perché gli asini avevano mangiato ogni altro foraggio presente nella stalla. Questa pianta ha molti usi. In passato i fiori gialli erano usati per cagliare il latte (da qui in nome). La pianta cresce soprattutto nei pascoli e lungo le siepi.

Artemisia

Artemisia

Il nome è probabilmente riferito alla dea Artemide (Diana). Ha grandi virtù terapeutiche, specie ginecologiche. A inizio secolo si usava ancora in Inghilterra come surrogato del tè.

Achillea millefolium

Achillea millefolium

L'eroe Achille avrebbe usato questa pianta per curarsi le ferite. In passato, mescolata al grasso, era usata per medicare le ferite dei combattenti. E' una specie presente nei prati da fieno.

Brumus erectus

Brumus erectus

In Italia è sicuramente la pianta che produce le più grandi nuvole di polline. In quanto graminacea, dipende dal vento per trasportare il polline da una pianta all'altra. Si trova prevalentemente in collina.

Clematis vitalba

Clematis vitalba

Si riconosce per i fusti legnosi rampicanti e per i fiorellini bianchi che profumano di vaniglia. Il nome significa "tralcio di vite", per la somiglianza caratteristica tra le due piante.